L’Europa è stato di sicuro il continente che per primo ho esplorato, sviluppando, esperienza dopo esperienza, un amore verso il viaggio e scoprendo la magia che certe mete posseggono; e dovendone scegliere una, che rappresenti una testimonianza e suggelli l'amore tra me e il vecchio continente, la scelta non potrebbe non cadere sul cammino che conduce alla città di Santiago, una meta che mi ha avvicinato ad un modo diverso di viaggiare: molto più intimo ma, al tempo stesso, protesa alla condivisione con gli altri e, soprattutto, col proprio mondo interiore. Col tempo ho imparato ad allargare sempre più i confini dei miei viaggi, approdando in Estremo Oriente, dove ho imparato ad amare i paesaggi e la cultura, in particolare, del Giappone che sento assai vicino ai tratti salienti della mia anima. Sono stato fortemente affascinato dagli immensi scenari del continente nero, quelli del Madagascar, ma anche dell’Africa continentale. In qualunque parte del mondo io sia stato, non c’è stato viaggio dentro il quale non sia riuscito a smarrirmi per poi ritrovarmi un uomo nuovo. Quando viaggio mi piace avere un programma per grosse linee definito, ma poi quando sono sul posto, lascio che l'inatteso faccia il suo corso e mi abbandono all’imprevedibile, perché la vera ricchezza di un viaggio sta in quello che, vivendolo, esso svela.

Le mie prossime partenze

Filtri