Backpacker Adventure Dolomiti Snow Fun

La Val di Funes, forse la più bella valle delle Dolomiti. Nel cuore del Parco Naturale Puez-Odle nasce e si sviluppa questa piccola valle: chiusa, selvaggia, incontaminata. Terra di malghe, alpeggi, contadini ed antiche tradizioni, tra panorami mozzafiato e luoghi incantati. Immediatamente vi sembrerà di essere catapultati dentro una fiaba, circondati da boschi innevati e silenziosi che lasciano intravedere le vette aguzze delle montagne circostanti, le Odle. Il posto perfetto per godere di una vacanza sulla neve senza la confusione degli impianti e delle piste. Un angolo di paradiso naturale e intatto che trasmette immediatamente la straordinaria magia della montagna. Il modo migliore per vivere l’inverno in maniera differente e perché no, tornare bambini, riscoprendo attività uniche e divertenti come lo slittino. Emozioni impagabili in grado di farvi viaggiare con il corpo e la mente.

dal 30/12 al 03/01

Vedi altre date

399 €

Acconto 100 €

Tour Leader
Paolo Rebuttato

  • Livello Facile
  • Numero partecipanti min 6 - max 14

Itinerario

  1. GIORNO 1 Arrivo in Val di Funes

    Arrivo a San Pietro in Val di Funes nel pomeriggio. Check-in dalle ore 15:00 e sistemazione in B&B. Briefing. Cena e pernottamento.

  2. GIORNO 2 Ciaspolata sull’Alpe di Villandro

    Dopo colazione ci sposteremo con le macchine in direzione di Villandro (BZ). Prima destinazione il parcheggio posto poco prima della Malga Gasser (Gasserhutte) ai piedi dell’Alpe di Villandro. Da qui, montate le ciaspole ai piedi, partenza in direzione della “sella dei sentieri”, a metà tra il Monte Villandro e il Corno del Renon. La salita, ripida ma mai troppo impegnativa, si sviluppa dapprima all’interno del bosco, lasciando dopo poco spazio alla vista, sempre più ampia e mozzafiato man mano che si sale di quota. Ci troviamo esattamente nel centro geografico dell’Alto Adige e da qui riusciamo a scorgere distintamente la sagoma dei più importanti gruppi che compongono le Dolomiti Occidentali. Raggiungiamo la vetta del Monte Sattelberg dove ci fermiamo per la pausa pranzo (al sacco). Dopo mangiato, ripartiamo per rientrare verso il nostro punto di partenza, voltando poco prima di raggiungere la vetta del Corno del Renon, esattamente davanti a noi. La discesa è comoda e ci riporta al parcheggio “Kaser” dove abbiamo lasciato la macchina. Saliamo fino alla Malga Gasser per bere una tazza di succo di mela caldo, prima di rientrare in Val di Funes dove ci prepareremo al cenone di capodanno, accolti dal calore dei proprietari della struttura con i quali condivideremo l’arrivo del nuovo anno davanti al fuoco e al colore dei fuochi d’artificio sparati allo scoccare della mezzanotte.

  3. GIORNO 3 Slittata in Val di Funes

    Saluteremo il 2021 con una ricca colazione tirolese a base di pane fresco, marmellate e dolci fatti in casa, avvolti nel calore della sala del piccolo B&B in cui alloggeremo. A metà mattinata partiremo in macchina (o in autobus) in direzione della Malga Zannes. Da qui, su comodo sentiero forestale, raggiungeremo in poco più di un’ora la piccola Malga Gampen, luogo ideale per ristorarsi e prepararsi al vero divertimento di giornata: la discesa in slittino. La nostra meta sarà la piccola chiesetta di San Giovanni a Ranui, scorcio unico delle Dolomiti, ancor più magico con la neve. La discesa si snoda lungo un percorso appositamente tracciato di 8 chilometri e ci darà tutto il tempo per prendere confidenza con lo slittino, attrazione invernale a volte dimenticata, vero protagonista in una valle priva di impianti di risalita. Impareremo in fretta a dialogare con il mezzo e una volta divenuti abili il divertimento sarà assicurato. Arrivati alla chiesetta di Ranui avremo modo di fermarci per qualche foto di rito e uno spuntino, prima di riprendere l’autobus e tornare alla Malga Zannes. Qui, le condizioni meteo e il grado di stanchezza, ci faranno propendere per un’altra discesa o per interrompere la nostra giornata e rientrare in valle. La cena sarà nello stesso ristorante della sera precedente. In alternativa potremmo concordare di raggiungere una delle città non lontane per cenare in un altro posto.

  4. GIORNO 4 Ai piedi delle Odle

    Il terzo giorno utilizzeremo nuovamente le ciaspole per scoprire qualcosa in più della Val di Funes, raggiungendo uno dei rifugi più belli, posto esattamente sotto le vette che compongono il gruppo delle Odle. Il punto di partenza è un’altra volta la Malga Zannes, la nostra destinazione oggi è il Rifugio delle Odle (Geisleralm). Inizieremo il nostro percorso su strada forestale per raggiungere in poco meno di un’ora la Malga Glatsch, chiusa in inverno. Da qui raggiungeremo il sentiero Adolf Munkel Weg, uno dei più belli delle Dolomiti e, in poco tempo, arriveremo a destinazione. Un bel pranzo all’ombra delle Odle, baciati dal sole, è quello che ci vuole per inaugurare l’anno nel migliore dei modi. Per la discesa potremo optare tra diversi percorsi di rientro, sempre nel bosco accompagnati dalla vista delle Odle che ci accompagna nuovamente fino al nostro punto di partenza. Lo slittino oggi resterà un’opzione secondaria ma da tenere pur sempre in considerazione per completare la giornata. Terminata l’escursione, faremo rientro a fondovalle in poco meno di un quarto d’ora.

  5. GIORNO 5 Rientro a casa

    Dopo la colazione nel B&B, check-out e saluti. Non compreso nella quota e opzionale per chi ne farà richiesta, questa ulteriore giornata potrebbe essere dedicata alla scoperta della Val di Funes, rimanendo sempre a fondovalle e attraversando i paesi che la rendono unica. Potremmo decidere di camminare a piedi o utilizzare le e-bike (in base alle condizioni meteo e di innevamento) della struttura per aver modo di godere a pieno di ogni scorcio. Il pranzo avrà luogo in uno dei masi aperti in valle e l’itinerario attraverserà completamente o in parte le stradine più belle e panoramiche: il Sentiero del Sole, il Panoramaweg, il Sentiero dei Contadini. Tutti percorsi privi di difficoltà e unici per la vista che offrono. La giornata terminerà nel primo pomeriggio, quando faremo rientro alle macchine e, infine, a casa.



Dettagli di viaggio

LA QUOTA COMPRENDE
  • Tutti i pernottamenti in B&B con colazione
  • Tutte le attività descritte nel tour
  • Dolomiti Mobilcard per sconti e agevolazioni
  • Guida ambientale escursionistica
  • Polizza Annullamento e medico/bagaglio (massimali € 1.000)
LA QUOTA NON COMPRENDE
  • Trasferimenti da/per Val di Funes
  • Pranzi e bevande ai pasti
  • Noleggio ciaspole (facoltativo)
  • Mance ed escursioni facoltative
  • Tasse di soggiorno
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”
  • Alloggi

    B&B in formula SHARING (condivisione) in doppia o tripla
  • jeep Trasporti

    Mezzi propri o auto eventualmente messe a disposizione dai partecipanti. A piedi
  • Documenti, Visti e Vaccinazioni

    Carta d'identità e Autocertificazione Anti Covid

Cassa Comune(150 €)

    Cene, compreso cenone, noleggio slittino e trasporti pubblici. Si precisa che la quota di cassa comune è indicativa e potrebbe subire lievi oscillazioni

Approfondimenti

Le escursioni non presentano particolari difficoltà e sono adatte ad un pubblico di persone allenate alla camminata (lunghezza media intorno ai 10 km e dislivello medio intorno ai 700 mt). Le giornate potrebbero essere modificate o invertite in base alle condizioni meteo e alle condizioni di innevamento. In caso di scarso innevamento, le escursioni saranno svolte senza l’uso delle ciaspole. La lista del materiale da portare e dell’abbigliamento consigliato sarà fornita dalla guida successivamente all’atto dell’iscrizione. Note per raggiungere il punto di ritrovo in Val di Funes: TRENO: la Val di Funes può essere raggiunta in treno arrivando indifferentemente alla stazione ferroviaria di Chiusa/Klausen o a Bressanone/Brixen. Sono previsti collegamenti diretti dalla stazione di Bologna Centrale, collegamenti dalla stazioni di Milano, Torino, Roma, Firenze, Napoli con uno o due cambi previsti a seconda del punto di partenza. Raggiunta la stazione di destinazione si può prendere l’autobus: linea 331 da Chiusa, linea 330 da Bressanone (informazioni dettagliate sugli orari al sito www.sii.bz.it). AUTO: la Val di Funes è raggiungibile in auto attraverso l’autostrada A22, uscita al casello di Chiusa Val Gardena. Da lì la strada da imboccare è la SS12 in direzione di Bressanone e dopo un paio di km è necessario svoltare a destra lungo la SP141 che in poco più di venti minuti vi conduce a San Pietro. AEREO: gli aeroporti di riferimento sono quelli di Bolzano Airport Dolomiti; Verona Villafranca; Venezia Marco Polo; Milano Linate o Malpensa, tutti con collegamenti bus/ferroviari per Bolzano e poi Chiusa o Bressanone.

Galleria

Prossime Partenze

Italia

5 giorni

Dolomiti Snow Fun

Tour Leader
 Paolo Rebuttato

Quasi confermato

ACCONTO
100 €

399€

5 giorni

Quasi confermato

ACCONTO
100 €

399€


5 giorni

Quasi confermato

ACCONTO
100 €

399€