Weekend Cammino Foreste Sacre | Backpacker Adventure

Trekking di gruppo nell’Appenino Tosco-Emiliano. Via di pellegrinaggio, di escursione ma anche di contemplazione, il sentiero delle Foreste Sacre attraversa il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e offre al visitatore ambienti naturali di rara bellezza e solennità. Non è un caso che uomini religiosi del passato abbiano scelto questi luoghi per praticare la loro meditazione e ritrovare la loro intima spiritualità. Anche l’uomo moderno infatti non può fare a meno di sorprendersi di fronte all’imponenza e alla sacralità della foresta, all’autorevolezza di alcuni alberi centenari, rappresentazione vivente di resilienza. Attraversando il verde manto delle Foreste Casentinesi ci spoglieremo dei nostri abiti da cittadini per vestire quelli più umili di ospiti della natura. In questa occasione percorreremo la prima metà dell’intero cammino, da Lago di Ponte a Camaldoli, concatenando 56km tra boschi, crinali, ed eremi silenziosi. A passo lento, zaino in spalla, rivivremo l’antico rapporto tra uomo e natura, fatto di traversate di lunga distanza con il cielo sopra la testa.

Acconto

Tour Leader

  • Livello Facile
  • Numero partecipanti min 8 - max 15

Itinerario

  1. GIORNO 1 Lago di Ponte | San Benedetto in Alpe

    La mattinata sarà dedicata a chi dovrà fare svariati km per arrivare al punto di partenza del tour. Dopo un pratico pranzo al sacco, nel pomeriggio inizieremo ufficialmente il nostro cammino con una tappa veloce (3-4 ore, 8km) che da Lago di Ponte ci porterà a San Benedetto in Alpe, passando per il valico del Tramazzo e la cresta di Monte Susinelli. Giunti a San Benedetto, notte e cena in ostello.

  2. GIORNO 2 San Benedetto in Alpe | Castagno d’Andrea

    Da San Benedetto in Alpe a Castagno d’Andrea passando per la cascata dell’Acquacheta, l’Eremo dei Toschi e il Passo del Muraglione (7-8 ore, 21km) Da San Benedetto risaliamo il corso del torrente Acquacheta per fare l’incontro con la famosa cascata cantata da Dante. Superata la cascata attraverseremo la Piana dei Romiti, con i suoi ruderi risalenti ad un antico eremo, e proseguiremo guadagnando quota. Con una piccola deviazione visiteremo l’Eremo dei Toschi, insediamento di origini medievali, per poi portarci sul crinale fino al Passo del Muraglione. Da qui scenderemo nel versante toscano verso il centro storico di Castagno d’Andrea, paesino incastonato in un tipico paesaggio alpestre. Cena e pernotto in rifugio.

  3. GIORNO 3 Castagno d’Andrea | Campigna

    Da Castagno d’Andrea a Campigna passando per Capo d’Arno, il Lago degli Idoli e il Monte Falco (5-6 ore, 15km) Suggestiva tappa che ci porterà sulle vette del Parco Nazionale risalendo il corso dei loro torrenti. Tra questi saluteremo la sorgente che dà origine al fiume Arno, per poi raggiungere il Lago degli Idoli, luogo di culto delle popolazioni antiche dove vennero ritrovati bronzetti votivi databili al VI-V secolo a.C. Dal Monte Falco (1658mt, cima del Parco) e dal suo crinale potremo godere di una visuale panoramica sul territorio toscano e romagnolo per poi raggiungere il nostro rifugio e goderci un pasto caldo riposandoci prima dell’ultima tappa.

  4. GIORNO 4 Campigna | Camaldoli

    Da Campigna al Monastero di Camaldoli, passando per Poggio Scali e la Riserva di Sasso Fratino (5-6 ore, 15km). Questa tappa ci porterà al cospetto di un luogo magico, l’Eremo di Camaldoli e la sua maestosa abetina, dove respireremo il misticismo legato alle pratiche religiose e alla natura che le accoglie. Da Campigna risaliremo verso il Passo della Calla e da qui proseguiremo lungo il crinale che ci porterà a contatto con due riserve integrali: Sasso Fratino e La Pietra, cuori pulsanti del Parco Nazionale. Il bosco si interrompe solo in corrispondenza della notevole cuspide sommitale di Poggio Scali (1520 mt) e, poco più avanti, dove la strada inizia a perdere quota fino a condurci al Sacro Eremo. Dall’Eremo scenderemo verso il piccolo borgo di Camaldoli, ed immersi nella riposante cornice del bosco sosteremo ceneremo gustandoci la tipica schiacciata.

  5. GIORNO 5 Camaldoli | Lago di Ponte | Rientro a casa

    La mattina dell’ultimo giorno, con il nostro zaino ormai carico di esperienze ed immagini, un comodo servizio navetta ci riporterà a Lago di Ponte. Da qui saluti, sorrisi e arrivederci alla prossima avventura!



Dettagli di viaggio

LA QUOTA COMPRENDE
  • N. 4 pernottamenti con colazione
  • Tutte le escursioni previste nel tour
  • Cena di fine trekking a Camaldoli
  • Guida ambientale escursionistica
  • Polizza medico bagaglio
LA QUOTA NON COMPRENDE
  • Trasferimenti da/per Lago di Ponte
  • Pasti e bevande non menzionati ne "La quota comprende"
  • Transfer da Camaldoli a Lago di Ponte
  • Tutto quanto non indicato ne “La quota comprende”
  • Alloggi

    Ostelli e rifugi in formula SHARING (condivisione) in triple o camerate

  • jeep Trasporti

    Mezzi propri o auto eventualmente messe a disposizione dai partecipanti.

  • Documenti, Visti e Vaccinazioni

    Carta d'identità e Autocertificazione Anti Covid

Cassa Comune( €)

    Non prevista per questo tour

Approfondimenti

Le escursioni non presentano particolari difficoltà e sono rivolte a tutte le persone che siano allenate alla camminata. Obbligatorio indossare abbigliamento da escursionismo invernale e scarponi invernali (meglio se con suola Vibram e in Gore-Tex). Zaino da 30/50 Lt per poter contenere tutto il necessario per 2 giorni di cammino e 2 pernotti. Si precisa che l’escursione sarà negata a chiunque si presenti con abbigliamento, calzature e attrezzatura non idonee. La lista dettagliata dell’abbigliamento e dell’attrezzatura consigliata sarà inviata dalla guida all’atto dell’iscrizione.

Galleria

Prossime Partenze