Solo pochi argentini conoscono la Puna e, probabilmente, ancora meno viaggiatori nel mondo. È un luogo unico e remoto, a nord ovest dell'Argentina, al confine con il Cile: un deserto d’altura che arriva oltre i 5000 metri, una cordigliera vulcanica con spettacolari paesaggi lunari, mai uguali uno all’altro, dove il paesaggio muta continuamente. Ogni 5-10 km tutto cambia: montagne colorate, di velluto, lagune con fenicotteri, salares, dune di sabbia, deserti di rocce, gole profonde, oasi verdi in mezzo al nulla pressoché totale. Un paesaggio spettacolare, di grande interesse naturalistico che regala al viaggiatore emozioni uniche. Nella zona di El Penon si susseguono più tipi di deserto: di pietra pomice, di dune bianche, di montagne coloratissime. Nella zona di Tolar Grande, invece, si trova il Deserto del Labirinto, composto da incredibili formazioni di arenaria che cambiano colore con il trascorrere delle ore del giorno. E poi salares e lagune popolate da fenicotteri, la magia di terre ancora "disabitate" dall'uomo. Viaggio su grandi altezze, adatto agli amanti della natura e degli spazi sconfinati.

dal 01/04 al 13/04

Vedi altre date

3490 €

Acconto 400 €

Tour Leader

  • Livello Spirito di adattamento
  • Numero partecipanti min 6 - max 9

Itinerario

  1. GIORNO 6 El Penon | Carachi Pampa | Piedra Pomez | Dunas Blancas

    Dopo colazione, sempre tenendo come base El penòn, dove dormiremo più notti, visiteremo tutte le meraviglie che il territorio ci riserva: da qui i paesaggi sembrano una sinfonia in crescendo, sempre diversi tra di loro. Inizieremo con la splendida laguna creata dal vulcano Charachi Pampa. Il giorno dopo, gita indimenticabile intorno al vulcano Carachi Pampa, occupata da decine di fenicotteri, cui si arriva da una distesa di sassi neri vulcanici, il salar con il deserto di mare pietrificato, il campo di Piedra Pomez, di un bianco accecante, la dunas blancas, enorme, altissima, che racchiude un cono di sabbia nera. Paesaggi straordinari, emozionanti. Rientro in hotel. Pernottamento.

  2. GIORNO 1 Partenza dall'Italia

    Volo di linea intercontinentale da Roma/Milano per Buenos Aires. Pernottamento a bordo.

  3. GIORNO 2 Buenos Aires | Salta

    Dopo l’arrivo a Buenos Aires, coincidenza per Salta, dove sarà ad attenderci la nostra guida in loco. Ci trasferiremo in hotel dove avremo la mattinata di relax per riprenderci dal viaggio. Nel primo pomeriggio visita della città di Salta, in stile coloniale e fondata nel 1582, è adagiata in una conca circondata da picchi verdeggianti. Nonostante la città si sia espansa considerevolmente, quasi tutti i luoghi d’interesse si concentrano nel raggio di pochi isolati dalla centrale Plaza 9 de Julio. Salta ospita il più importante e interessante museo dell’Argentina settentrionale, che visiteremo: il Museo Archeologico di Alta Montagna (MAAM) che offre un eccellente panorama della cultura Inca. Il fiore all’occhiello del museo è costituito dai corpi mummificati dei tre bambini, offerti in sacrificio rituale, rinvenuti nel 1999 sulla cima del Vulcano Llullaillaco nel corso di una spedizione. Cena in hotel e pernottamento.

  4. GIORNO 3 Salta | Humahuaca | Tilcara | Purmamarca

    Dopo colazione partiremo da Salta andando verso nord, nella Quebrada di Huamahuaca, un profondo canyon con pareti variopinte, dichiarata dall'Unesco Patrimonio dell’Umanità: qui visitiamo i villaggi di sapore andino di Humahuaca e il suo Cerro de los 14 colores, Tilcara e Purmamarca con il suo Cerro de los 7 colores. Una tavolozza di colori che lascia senza fiato. Pernottamento in hotel.

  5. GIORNO 4 Purmamarca | Salinas Grandes | San Antonio del los Cobres | Tolar Grande

    Dopo colazione, partiremo lasciandoci la Quebrada alle spalle per entrare nella Puna argentina, luogo assolutamente magico, a bordo delle nostre 4x4. Nella Puna i villaggi sono pochissimi, dormiremo in piccoli hotel. Attraverso la alta via Cuesta de Lipan arriveremo alla suggestiva Salinas Grandes, enorme riserva di sale lunga più di 55 km, a 3600 m. di altitudine, dove anche le case sono fatte di sale. Attraversiamo il paesino di San Antonio de los Cobres, famoso soprattutto per il passaggio del Treno a las nubes, uno dei più alti al mondo. Ci troveremo di fronte a paesaggi surreali come Campo Amarillo, una distesa di cespugli gialli, poi atmosfere da Far west nella stazione abbandonata del treno Laguna Seca, fino alla meravigliosa zona de Los Colorados, parola che indica il colore rosso, infatti la strada percorsa è in mezzo a enormi rocce rosse di argilla, deserti rossi, salar rossi, paesaggi unici con nomi evocativi: el Laberinto, el desierto del Diablo, Las Siete Curvas, el Salar del Diablo. Arriviamo in serata al paesino di Tolar Grande. Pernottamento.

  6. GIORNO 5 Tolar Grande | Cono de Arita | Quebrada de Calalaste | Antofagasta | El Penon

    Dopo colazione ripartiamo per attraversare la Puna verso sud: lungo il cammino incontreremo le pozze di acqua con microorganismi antichissimi Ojos del Mar, poi il secondo giacimento di sale del pianeta, il Salar de Arizaro, con il Cono de Arita piantato lì in mezzo alla distesa bianca di sale, attraverseremo le minuscole oasi di Antofallita, dove vivono solo due persone. Passeremo anche anche l'oasi di Antofalla e la magnifica quebrada de Calalaste, con gruppi di vigogne che brucano i cespugli gialli intorno al fiume. Superando il vilaggio di Antofagasta de la Sierra, arriveremo a quello di El Penòn, dove faremo tappa per la notte. Pernottamento in Hotel

  7. GIORNO 7 El Penon | Laguna Grande | Galàn | Laguna Diamante

    Dopo colazione, proseguiremo con la visita delle grandi rocce in mezzo al deserto nero Cuevas Indigenas, il Vulcano Galan, il cui immenso cratere si vede dalla luna e la sua caldera. Accanto al vulcano ammireremo lo splendore della laguna Diamante, le cui acque sono talmente cristalline da riflettere totalmente e fedelmente la forma conica del vulcano. Rientro in hotel e pernottamento.

  8. GIORNO 8 El Penon | Hualfin | Santa Maria | Quilmes | Cafayate

    Dopo colazione, percorreremo la provincia di Catamarca verso sud fino a Hualfin e risalendo fino a Santamaria. Entrando nella provincia di Tucuman, arriveremo alle rovine Inca di Quilmes, in mezzo a migliaia di cardones, cactus giganti in grado di raggiungere fino a tre metri di altezza. Proseguiremo nella provincia di Salta fino a Cafayate. Pernottamento in hotel.

  9. GIORNO 9 Cafayate | Quebrada de las Conchas e de las Flechas | Molinos

    Dopo colazione partiremo per attraversare, a pochi chilometri da Cafayate, la Quebrada de las Conchas, un luogo suggestivo dove le rocce di una intensa colorazione rossa sono state modellate dall'acqua e dal vento. Qui le rocce hanno forme talmente particolari, che spesso vengono chiamate per nome: tipo la roccia finestra o la grotta anfiteatro. Proseguiremo per l’ancor più spettacolare Quebrada de las Flechas, una sorta di spaccatura tra due catene montuose parallele, dove gli strati rocciosi che compongono le pareti delle montagne sono inclinati verso il cielo, a ricordare delle frecce. Arrivo tardo pomeriggio a Molinos. Pernottamento in hotel.

  10. GIORNO 10 Molinos | Cachi | Los Cardones NP | Salta

    Dopo colazione partiremo da Molinos in direzione di Cachi, piccola cittadina coloniale alle porte del Parco Nazionale del Los Cardones. Il paesaggio è letteralmente punteggiato da migliaia di cardones che svettano in mezzo a un paesaggio arcano e selvaggio. Il parco si sviluppa attraverso colline e imponenti montagne, con un’altezza variabile dai 2.700 agli oltre 5.000 metri. La vetta più alta è il Cerro Negro con i suoi 5.226 metri, seguita da altre cime minori tutte da scoprire. Sono tante le attrazioni da ammirare all’interno del Los Cardones National Park, come l’altopiano di Cahipampa, la Valle Encantado, la Cuesta del Obispo e la Pedra del Molino. Arriveremo nel tardo pomeriggio a Salta. Pernottamento in hotel.

  11. GIORNO 11 Salta | Buenos Aires

    Dopo colazione, trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo per Buenos Aires. Dopo l’arrivo trasferimento in hotel. Nel primo pomeriggio inizieremo la visita di questa vibrante città sudamericana, la più italiana delle città fuori dal territorio. Da Plaza de Mayo alla cattedrale metropolitana. Dal quartiere di Palermo, il più alla moda della città, alla variopinta Boca. Pernottamento in hotel.

  12. GIORNO 12 Buenos Aires | Partenza per l'Italia

    Dopo colazione proseguiremo con le visite della città. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia. Pernottamento a bordo.

  13. GIORNO 13 Italia

    Arrivo in Italia. Arrivederci alla prossima avventura!



Dettagli di viaggio

LA QUOTA COMPRENDE
  • Volo di linea a/r da Roma e Milano per Salta
  • Tutti i trasferimenti durante il viaggio
  • Tutti i pernottamenti con colazione
  • Cena in hotel la prima notte a Salta
  • Guide/autisti parlanti spagnolo/inglese
  • Equipaggiamento speciale per la Puna
  • Tour leader dall'Italia
  • Polizza multirischi turismo
LA QUOTA NON COMPRENDE
  • Pranzi e bevande ai pasti
  • Mance ed escursioni facoltative
  • Tutto quanto non espressamente indicato
  • Alloggi

    Hotel media categoria
  • jeep Trasporti

    Jeep 4x4
  • Documenti, Visti e Vaccinazioni

    Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Visto non necessario. Nessuna vaccinazione obbligatoria

Cassa Comune(180 €)

    Cene. Si precisa che la quota di cassa comune è indicativa e potrebbe subire lievi oscillazioni

Approfondimenti

All’arrivo, i viaggiatori maggiori di 16 anni devono presentare una dichiarazione scritta alle Autorità doganali se in possesso di denaro contante o strumenti monetari in valuta straniera o locale per valori uguali o superiori a 10.000 dollari USA (5.000 dollari USA per minori di 16 anni). E’ consentito uscire dal Paese con valuta straniera in contanti o metalli preziosi per un valore inferiore alla soglia di 10.000 dollari USA (5.000 dollari USA per minori di 16 anni). Il possesso di valuta locale per importi equivalenti o superiori deve essere dichiarato all’autorità doganale. Per quanto riguarda le operazioni di cambio all’aeroporto, è possibile acquistare pesos all’arrivo per un totale non superiore all’equivalente di 500 dollari USA al tasso di cambio ufficiale del giorno. Sulla base di disposizioni interne del Banco Nación Argentina, unico ente che è rimasto abilitato alle operazioni di cambio all'aeroporto di Ezeiza dal 26/07/12, in uscita è possibile cambiare pesos in valuta straniera soltanto se si può dimostrare di aver acquisito pesos presso lo stesso sportello al momento dell'ingresso al Paese. In tutte le grandi città del Paese, esiste una rete molto diffusa di sportelli bancari automatici per il prelievo di moneta locale con carta bancomat o di credito anche straniera, entro i limiti giornalieri prestabiliti dalla locale rete bancomat e dalla banca italiana d’origine. Nessuna vaccinazione obbligatoria. Viaggio di grande interesse paesaggistico e naturalistico, particolarmente adatto agli amanti del deserto e a chi privilegia i grandi scenari naturali autentici e l’immersione in ambienti incontaminati dove la presenza dell’uomo è molto limitata. Trattandosi di un viaggio in altitudine, è sconsigliato a chi soffre di problemi cardio-circolatori, respiratori o di pressione alta. Le sistemazioni alberghiere scelte per questo viaggio sono in generale di buon livello. Le sistemazioni a El Penon e a Tolar Grande sono molto semplici e dotate di poche camere. Sono comunque le migliori esistenti. Da giugno a settembre (inverno australe), le temperature sulla Puna argentina registrano una fortissima escursione termica tra il giorno e la notte, oscillando tra i 13°-20° giornalieri e i 3°-5° (e a volte scendendo anche di alcuni gradi sottozero) notturni. Nella parte iniziale del viaggio, prima di salire sulla Puna, le temperature sono molto più miti. Il viaggio si può effettuare tutto l’anno. Prevedere circa 80/100 USD di mance a persona per le guide, autisti e personale di servizio in genere. L’importo delle mance è indicativo e può variare in base al numero complessivo dei partecipanti al viaggio e in base alla soddisfazione per il servizio. Per la particolarità dei luoghi che attraversiamo, consigliamo di portare in viaggio i seguenti capi di abbigliamento, così da essere pronti a possibili e repentini cambi di temperatura: Borraccia d’acqua (tutto l’anno) Crema solare con fattore di protezione alta (tutto l’anno) Occhiali d’alta montagna (con protezione laterale) con filtro UV (tutto l’anno) Un copricapo per il sole (tutto l’anno) Guanti e calze calde (tutto l’anno) Giacca leggera per il vento (tutto l’anno) Abbigliamento caldo: giacca pesante tipo Goretex imbottita, felpa a maniche lunghe, un pile (tutto l’anno) Scarpe da trekking (tutto l’anno) Calzamaglia di lana (da giugno a settembre) Burro di cacao (tutto l’anno) Torcia elettrica Materiale fotografico (pellicole, carica batteria, ecc.)

Galleria

Prossime Partenze

Argentina

13 giorni

Puna

Tour Leader
 

Programmato

ACCONTO
400 €

3490€

FINO AL 15/12/2019

FINO AL 15/12/2019

13 giorni

Tour Leader  

Programmato

ACCONTO
400 €

3490€


Argentina

13 giorni

Puna

Tour Leader
 

Programmato

ACCONTO
400 €

3390€

FINO AL 15/06/2020

FINO AL 15/06/2020

13 giorni

Tour Leader  

Programmato

ACCONTO
400 €

3390€


FINO AL 15/12/2019

13 giorni

Tour Leader  

Programmato

ACCONTO
400 €

3490€


FINO AL 15/06/2020

13 giorni

Tour Leader  

Programmato

ACCONTO
400 €

3390€