Backpacker Adventure Birmania Experience

place Itinerario

  • event_note GIORNO 1 Partenza dall'Italia

    Partiamo dall’Italia per Yangon con voli di linea. Cena e pernottamento a bordo.

  • event_note GIORNO 2 Yangon

    Dopo aver espletato le formalità doganali ci trasferiamo in hotel ed iniziamo la visita della città. Fino al 2006 Yangon era anche la capitale del Paese, prima che questa venisse spostata a Naypyidaw, una città nel nord del paese in mezzo alla giungla tropicale. Resta oggi la città più importante del paese. La nostra prima tappa sarà il gigantesco Buddha sdraiato e la pagoda Shwedagon, una miriade di piccole pagode, templi, reliquari, padiglioni e statue, che fanno da cornice al possente stupa centrale che si innalza per quasi cento metri, interamente ricoperto da lamine d’oro, ed impreziosito di gemme e diamanti nell'ombrello sulla cima. Immancabile sarà ritrovarsi qui al tramonto. Pernottamento in hotel a Yangon.

  • event_note GIORNO 3 Yangon | Golden Rock

    Quest’oggi con il nostro mezzo privato partiamo per Kyaikthyio, la "Roccia d'Oro", a circa 180 km da Yangon, il monte ritenuto sacro che ha un grosso masso coperto di foglie d’oro ed è situato prodigiosamente in equilibrio sul bordo di una roccia. Sulla cima del masso è adagiata una piccola pagoda dorata che contiene una reliquia del Buddha. Arrivati a Kyaikthyio prenderemo un camion adibito al trasporto dei pellegrini, che arrancando sulla tortuosa ascesa, ci porterà quasi in cima al monte. La visita di questo luogo è molto particolare, intorno alla roccia sacra ci sono tanti pellegrini e monaci.La magia ed il misticismo pervadono l’aria insieme al fumo delle candele votive. Un’esperienza davvero unica!! Pernottamento in hotel a Kyaikthyio.

  • event_note GIORNO 4 Kyaikthyio | Bago | Bus per Mandalay

    Ripartiamo per Yangon prima di esserci fermati nell’antica capitale Bago (l'antica Pegu). Qui c’è il Buddha sdraiato gigante, “Shwethalyaung” lungo 55 mt e alto 16. Arriviamo a Yangon in serata, in tempo utile per andare direttamente alla stazione degli autobus, dove ci aspetta il nostro autobus notturno che ci porterà a Mandalay. Il viaggio dura tutta la notte e si faranno alcune soste in “autogrill” locali per sgranchirsi e mangiare qualcosa. Pernottamento in autobus.

  • event_note GIORNO 5 Mandalay | Amarapura | Ponte di Teak

    Appena il tempo di rifocillarci in hotel cominciamo la giornata visitando l’affascinante Amarapura, antica capitale sulla costa orientale del fiume Irrawaddy a pochi km da Mandalay. Qui c’è il più grande monastero del Paese, il Mahagandhayon che ospita circa mille monaci. Proprio accanto, le acque poco profonde di un lago che durante la stagione secca si prosciuga, sono attraversate da un vecchio ponte pedonale tutto in legno di tek chiamato U Bein, lungo 2 km. Ancora oggi è il ponte in tek più lungo del mondo. Resiste sulle sue 1086 colonne nonostante i danni derivati da due gravi inondazioni avvenute nel 1946 e nel 1973. Qui passeggiano monaci, anziani, e giovani coppie, in un’atmosfera di grande serenità. Nel pomeriggio si prosegue con la visita di Mandalay scoprendo la pagoda Mahamuni con la grande statua bronzea ricoperta d'oro del Buddha proveniente da Mrauk-U. Terminiamo questa incredibile giornata visitando le colline di Sagaing dove ammireremo il tramonto nella pace assoluta. Pernottamento a Mandalay

  • event_note GIORNO 6 Mandalay | Mingun

    Oggi visitiamo Mingun, l’antica città reale a soli 11 km da Mandalay, sulla sponda opposta del fiume. Durante l’escursione ammireremo i panorami che il fiume offre e la pulsante vita lungo le sue rive. Visitiamo la zona archeologica di Mingun che include l’immensa pagoda incompiuta, ormai un ammasso di mattoni simile ad una montagna. Qui c’è la campana più grande del mondo, dal peso di 90 tonnellate, la bianca pagoda Myatheindan con 8 terrazze concentriche, fatta costruire nel 1816 dal Re Bagyidaw in memoria di una delle sue mogli più amate. Rientriamo a Mandalay proseguendo la visita della città e del monastero Shwenandaw e della collina di Mandalay. Pernottamento a Mandalay.

  • event_note GIORNO 7 Mandalay | Bagan

    Di primo mattino, partiamo con autobus locale per Bagan (circa 5 ore), la località più affascinante del Myanmar. Si pensa che probabilmente qui siano stati costruiti più di 13.000 tra templi, pagode e altre strutture religiose, ora ne rimangono circa 2000. Un patrimonio unico, tra i siti archeologici più significativi del Sud-Est asiatico e del mondo. Indimenticabile il tramonto che potremo ammirare dall’alto. Pernottamento a Bagan.

  • event_note GIORNO 8 Bagan

    Un’intera giornata dedicata alla visita di questa straordinaria città. La zona archeologica comprende innumerevoli pagode scenografiche come la splendida Shwezigon pagoda, il cui stupa è diventato il prototipo per tutte le altre pagode in Birmania, il tempio in stile indiano Gubyaukgyi, adorno internamente di affreschi raffiguranti la storia di Buddha. Immancabile sarà la visita di un altro dei templi più suggestivi, ossia quello di Ananda risalente all’anno 1100, voluto dal re Kyanzittha, figlio di Anwaratha. Costruito con bianche guglie a voler simboleggiare le cime innevate delle montagne Himalayane, ospita all’interno 4 statue di Buddha in piedi, alte 9 metri. Altro particolare tempio è quello di Manuha: secondo la leggenda questa pagoda venne costruita nel 1059 da Manuha, per rappresentare la sua insofferenza alla reclusione. All'interno, le tre statue del Buddha seduto che guardano l'ingresso dell'edificio e quella reclinata in nirvana nel retro. Pernottamento a Bagan.

  • event_note GIORNO 9 Bagan | Lago Inle

    Quest’oggi lasciamo Bagan e con il nostro minivan privato ci trasferiamo lungo le sponde del Lago Inle. Attraverseremo gli aridi paesaggi del centro della Birmania e diversi villaggi. All’arrivo, prima di trasferirci in hotel visitiamo il monastero ShweYanPyay. Pernottamento a Inle.

  • event_note GIORNO 10 Lago Inle

    La nostra moto lancia ci aspetta al molo pronta per l’esplorazione del lago Inle, uno dei laghi più pittoreschi del mondo. Bastano poche ore per essere stregati dalla magia di queste acque. Incontreremo una popolazione unica, quella degli Intha, che abita sulle acque del lago, e che dal lago trae vita. Vedremo i pescatori che remano con la gamba e pescano con una speciale nassa conica, i giardini galleggianti costruiti con fango e giacinti d’acqua e ancorati al fondo con pali di bamboo. Visiteremo le splendide colline di Inthein, in un braccio secondaria del lago. Qui si trovano più di mille pagode risalenti al XIII secolo e che circondano un antico monastero. Ritornati al pontile attraversiamo una foresta di alti bamboo per andare al monastero NgaPhaKyaung, famoso un tempo per i gatti addestrati dai monaci. Infine visitiamo i villaggi degli Intha, costruiti sull'acqua, in particolare le cooperative tessili del tessuto ricavato dal gambo del loto per poi chiudere davanti alla grande pagoda PhaungDaw U Kyaung, la più importante dello Stato degli Shan. Pernottamento Inle.

  • event_note GIORNO 11 Lago Inle | Yangon

    Dopo colazione ci trasferiamo all’aeroporto di Hebo dove ci attende il nostro volo per Yangon. Visitiamo il mercato di Bogyoke, famoso per la vendita dei rubini e fare gli ultimi acquisti di souvenir. Pernottamento a Yangon

  • event_note GIORNO 12 Yangon | Italia

    In relazione all’orario del volo di rientro, avremo la possibilità di ulteriori visite a Yangon per poi dirigerci verso l’aeroporto in tempo utile.

  • event_note GIORNO 13 Italia

    Arrivo in Italia. Arrivederci alla prossima avventura!