Andremo alla scoperta di un paese nel cuore dell’Africa che si divide tra il grande deserto del Sahara a nord e la savana nella parte sud . Fuori dalle rotte turistiche è un paese vario che nasconde al suo interno piccole gemme sconosciute da scoprire un pò alla volta. Il nostro itinerario è concentrato nel sud e predilige gli aspetti antropologici, quasi il 70% della popolazionedel paese abita in questa area frammentatati in oltre 200 gruppi etnici il cui principale è quello dei SARA, entreremo in contatto con le popolazioni che abitano le zone più remote del paese, tra cui i giovani Wodaabé protagonisti del Gerewol. Partiremo da N’Djamena in direzione sud percorrendo le sponde del fiume Chari e viaggeremo attraverso tradizioni, culture, mercati, villaggi, non mancheranno anche gli aspetti naturalistici come l’esplorazione del lago di Lèrè, habitat del Lamantino una specie di mammifero acquatico molto raro al mondo. Non è un viaggio comodo e richiede una buona dose di adattabilità, una vera spedizione nel cuore del Sahara. ma che per gli amanti dell’Africa vera rappresenterà una tappa fondamentale ed un’esperienza indimenticabile.

Acconto

Tour Leader

  • Livello Spirito di adattamento
  • Numero partecipanti min 3 - max 6

Itinerario

  1. GIORNO 1 Partenza dall’Italia

    Partiamo dall’Italia per N'djamena con voli di linea. Arrivo in serata e pernottamento in Hotel.

  2. GIORNO 2 N'djamena | Rakia area

    Lasciamo l'hotel dopo la registrazione dell'ufficio immigrazione attraversando il grande ponte di Chagoua sul fiume Chari. Dopo 100 km di viaggio, su un percorso inizialmente molto trafficato, arriviamo nella piccola cittadina di Guelendeng dove lasciamo l'asfalto per prendere la nostra prima pista in direzione della località di Melfi. Lasciamo il posto subito dopo pranzo per continuare il nostro viaggio alla scoperta dei popoli del sud. Decine di villaggi, grandi alberi ombrosi, uomini, donne e bambini, contadini e nomadi saranno presente lungo questo percorso. Nel primo pomeriggio incontriamo la nostra guida che ci condurrà al villaggio dei pastori nomadi Wodaabé.

  3. GIORNO 3 Rakia | Bongor

    Di buon mattino partiamo da Rakia in direzione Bongor. Faremo una sosta per visitare il villaggioa presto Yougouda. In questa comunità, divisa per clan, la donna ha un ruolo molto importante, è lei infatti a decidere con chi vivere. Inoltre può lasciare la famiglia per andare a vivere in un altro clan e scegliere di vivere con un altro uomo. Proseguiamo il viaggio attraversando numerosi villaggi fino ad arrivare a Bongor dove pernotteremo.

  4. GIORNO 4 Bongor | Fianga

    Lasciamo i Wodaabé e il loro villaggio e torniamo verso la città di Guelendeng, riprendiamo la strada asfaltata sino Bongor. Da qui partiamo per il villaggio di Kaptoa, un villaggio dell'etnia Mousgoum, a circa cinquanta chilometri per ammirare le loro bizzare abitazioni Obus chiamate semplicemente case Massa. Sulla strada per Kaptoa, ci sono molti villaggi tradizionali della gente di Moussey, qui le case hanno un’architettura particolare, le pareti, le facciate e i pavimenti sono completamente lisci e intonacati con una miscela di materiali di cui le donne Moussey custodiscono il segreto. Arrivati a Kaptoa è d’obbligo presentarci al capo del villaggio (Yerima) e ottenere la sua benevolenza per visitare il villaggio. Proseguiamo per Fianga, destinazione finale per il nostro bivacco, sulla strada vedremo tombe animistiche Moussey, tronchi d'albero che formano strani cerchi.

  5. GIORNO 5 Fianga | Lèrè

    Con la nostra guida inizieremo il tour dal lago Tikem per osservare le attività di pesca artigianale che si svolge in maniera collettiva o individuale. A seguire visitiamo gli edifici risalenti all’epoca coloniale tedesca, numerosi sono infatti le costruzioni in mattoni rossi risalenti a quel periodo e perfettamente conservati, la maggior parte dei quali ospita edifici pubblici. A seguire rendiamo omaggio, con una visita, al capo spirituale della grande tribù Toupouri, il Wang Dorè. Veniamo accolti dai suoi sacerdoti e, seduti sulle tradizionali natte, assistiamo ai rituali sacerdotali ed in seguito visitiamo gli edifici sacri. Nel pomeriggio andiamo a visitare il villaggio del rappresentante secolare dei Toupouri, Lo “Chef de Terre et des Eaux”. Lasciamo Fianga per raggiungere la città di Lèrè, destinazione finale della giornata e località del nostro pernotto.

  6. GIORNO 6 Lèrè | Pala

    Al mattino, con la nostra guida visitiamo il Palazzo del Gon di Léré. Precedentemente il palazzo era costruito in forma circolare con mattoni di fango, ma oggi la maggior parte è costruita con mattoni cotti e tetti in lamiera di materiali moderni. Presso i Moundang, quando il Gon muore , il nuovo Gon, che di solito è suo figlio o suo fratello, eredita tutte le sue donne tranne la loro stessa madre. Lasciamo il palazzo per continuare la visita del Lago Léré a bordo di una canoa motorizzata, alla scoperta dell’L'isola del pellicano e il villaggio di Mouropahimè. Questo lago è l’habitat del lamantino, una specia di mammifero acquatico molto schivo e raro. In questo lago nel periodo riproduttivo tra maggio e agosto, cioè durante la stagione delle piogge, ci sono buone probabilità di vederlo. Gli avvistamenti del lamantino sono comunque abbastanza frequenti in tutti i periodi dell’anno. Dopo questa escursioni proseguiamo alla volta di Pala dove pernottiamo.

  7. GIORNO 7 Mondou

    Partenza per il villaggio di Bodozi, che in lingua locale significa semplicemente “gli arrivati a Bodo” a 11km dalla città di Kélo sulla strada per Gougouma per scoprire le donne "Golon", donne con il piercing sulle labbra. Bodozi è stato creato durante il periodo dell'occupazione tedesca. Il capo fondatore e il suo clan lasciarono Bodo per una località vicina a Sarh a causa dei conflitti tra clan. Gingiamo in serata Moundou dove pernottiamo.

  8. GIORNO 8 Mondou | Koumra

    Partenza per il villaggio di Mbalkabra per visitare il palazzo del capo Mbainadjiyel costruito in fango ed il cui spessore di mura è impressionante. Qui assistiamo al Rong, la danza dell'aratro con scene di combattimenti tradizionali e corse di cavalli. Dopo pranzo continuiamo fino a Koumra per allestire il nostro campo.

  9. GIORNO 9 Koumra | Sarh

    Lasciamo Koumra per il villaggio di Bedeya dove visitiamo il palazzo di Mbang. Il capo spirituale dei Saras è il garante dell'iniziazione giovanile, è usanza che le famiglie Saras mandino i loro figli per essere iniziati nelle foreste sacre per almeno tre mesi. Assistiamo anche ad una delle antiche danze Toh de Bedeya. La sera pernottiamo a Sarh (chiamato Fort Archambault fino al 1972) situato sul fiume Chari. Con oltre 110.000 abitanti, è la terza città più grande del Ciad dopo Ndjamena, la capitale amministrativa, e Moundou, la capitale economica.

  10. GIORNO 10 Sarh | Doba | Lai | Bongor

    Rientriamo percorrendo la strada asfaltata fino a Doba, da dove proseguiamo lungo una pista conduce verso il villaggio di Lai ammirando il panorama lungo il fiume Logone. Bivacco previsto nell'area di Bongor.

  11. GIORNO 11 Bongor | N'djamena

    Da Bongor rientriamo a N'djamena dove arriviamo nel pomeriggio ed avremo a disposizion una camera day-use prima del trasferimento in aereoporto per il volo di linea di rientro in Italia. Pasti e pernottamento a bordo.

  12. GIORNO 12 Italia

    Arrivo in Italia. Arrivederci alla prossima avventura!



Dettagli di viaggio

LA QUOTA COMPRENDE
  • Volo di linea a/r da Roma e Milano per N'Djamena
  • Tutti i trasferimenti
  • Tutti i pernottamenti con colazione
  • Guida locale parlante inglese
  • Cuoco ed aiuto cuoco durante il tour
  • Veicoli 4x4 durante tutto il tour
  • Lettera di invito per il Ciad
  • Tende ed attrezzatura per il bivacco
  • Timbro ufficio di immigrazione
  • Pensione completa per le notti in bivacco
  • Toilette e lettini da campo
  • Tour leader dall'Italia
  • Polizza multirischi turismo
LA QUOTA NON COMPRENDE
  • Visto d’ingresso per il Ciad
  • Bibite in bottiglia ai pasti
  • Cena a Mondou
  • Sacco a pelo
  • Tutto quanto non espressamente indicato
  • Alloggi

    Hotel media categoria, tenda
  • jeep Trasporti

    Autovettura 4x4
  • Documenti, Visti e Vaccinazioni

    Passaporto con validità residua di almeno sei mesi ed almeno due pagine libere. Visto obbligatorio da ottenere presso le ambasciate di Parigi al costo di circa € 200. Vaccinazione obbligatoria per la febbre giallafebbre gialla e allegare libretto all

Cassa Comune( €)

    NON PREVISTA PER QUESTO VIAGGIO

Approfondimenti

Galleria

Prossime Partenze